lunedì 26 giugno 2017

OLTREPASSARE IL CONFINE, VERSO DI NOI.


La mia voglia di partire. Ormai nota.
Vicino o lontano, poco importa.
La voglia di vedere posti nuovi. Vivere diversamente per qualche giorno, anche solo qualche ora.
Mi chiedo sempre più spesso cosa celi tutto questo.


Da cosa stia scappando. Penso all'abitudine, alla quotidianità, alle azioni ripetute, sempre identiche e nelle quali non poniamo più alcuna attenzione. E mi rassereno. Non sto scappando da nulla. Possiedo semplicemente una curiosità prorompente che necessita di essere appagata. Forse più spesso di altri. Sicuramente più di altri.
E poi esiste un altro tipo di viaggio. Quello per il quale sono in movimento da anni.
Non è semplice, anzi spesso arduo, sempre sorprendente.
Ed è il viaggio verso di me. Con me.
E non sono una compagna particolarmente socievole. Positiva, quello sì.
Un viaggio in cui mancano scenari esotici, non pubblicabili, senza profili Instagram, un viaggio dove non si mira ad accumulare "like" dati senza attenzione.
Ma è cmq bellissimo, assaporare dove ero e dove sono. Ora.
E non per misurare quanta strada ho percorso. No.
Io, solo io, saprò la fatica che ho speso e l'impegno che ci ho dedicato.

Aggiornamenti: Non sono scomparsa dal blog, sono solo stata qualche giorno in val Pusteria. 
1 solo aggettivo? Fantastica!
A breve il mio racconto di viaggio in un post dedicato.

Stay here, 
Alice

4 commenti:

  1. Il viaggio dentro noi stessi è sempre quello più difficile e lungo, ma spesso è anche il più bello :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente con questa affermazione! Che fatica!
      Alice

      Elimina
  2. Ah beh, siamo perfettamente in linea mia cara... Alle volte mi fermo a osservare Instagram e le nevrosi che provoca in tutti noi, pur di avere like per lo più distratti, non pensati, opportunistici. E mi chiedo: era questo che intendevo per "viaggiare"? La risposta è ovviamente no. Io viaggio da sola. Intendo dire: io viaggio per me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, No e ancora No!Hai ragione, viaggiare per noi e non per gli scatti da postare. A volte ci facciamo prendere dalla frenesia della condivisione, della vita "instagrammabile"..non dovremmo pensare che è soprattutto da VIVERE questa vita?!E magari smetterla di pensare unicamente a come darla in pasto ai social nella sua versione più fotogenica?!
      Alice

      Elimina